Informativa sui Cookie

Zit 2.0, il puro divertimento al teatro Agorà di Roma

In Recensioni

Al Teatro Agorà di Roma, in scena Zit 2.0 la vendetta, uno spettacolo con Chiara Casarico e Tiziana Scrocca, che sono anche le autrici del testo. Il duo comico, partendo dallo spettacolo precedente, “Zit” prova ad andare oltre, preparandosi al passo successivo, lì dove il titolo continua con “la vendetta” e spinge i personaggi di “Zitta” e “Dici” ad oltrepassare la figura del silenzio verso altre strade che portano alla parola. Vi è un cambiamento, una maturazione, dove dovrebbe esserci la ribellione di una delle due, costretta a stare sempre in silenzio, avviene un ribaltamento in più momenti e in più fasi.

La loro è un’interpretazione di alto livello, dove il duo comico si distingue per l’espressività corporea, ma soprattutto per quella facciale che dialoga meglio delle parole dette e non dette. Le loro movenze, il loro spirito, fuoriesce dalla complicità che le due attrici mostrano sul palco e fuori da esso.

Grande attenzione, come abbiamo già espresso, viene data al “detto e non detto“, a ciò che si pronuncia e a ciò che viene celato perché dimenticato o lasciato da parte, ma anche ai silenzi che nascono e crescono nel cuore e nella mente, quei silenzi che si perdono oltre le parole. Nei loro dialoghi, per la maggior parte trascorsi seduti su alcune poltroncine al centro della scena, i protagonisti restano i gesti, mentre le parole cercano di farsi strada tra mille difficoltà. La comunicazione, centrale in questo caso, è affrontata mostrando al pubblico le grandi difficoltà che essa ha all’interno del nostro quotidiano.

Il dialogo, però, non è presente solo tra le due attrici, ma anche con il pubblico, invitato a zittirsi o a dialogare con le protagoniste che dal palco ne controllano la situazione. Un impegno molto deciso, che porta lo spettatore a non perdersi d’animo, ma a rispondere con enfasi alle domande delle due comiche.

Bello, interessante e tanto riflessivo, ma anche comico, divertente. Uno spettacolo assolutamente da non perdere per la splendida interpretazione della Casarico e della Scrocca che offrono un’interpretazione perfetta, coinvolgente, ammaliatrice.

Per ascoltare l’intervista fatta alle attrici prima dello spettacolo, clicca qui.

You may also read!

“Classici del secolo futuro” Quattro riscritture senza paura al Brancaccino di Roma

TEATRO BRANCACCINO   22 febbraio – 11 maggio, ore 20.00   “Classici del secolo futuro” Quattro riscritture senza paura   Dopo il successo dello scorso anno,

Read More...

Recensione: La bisbetica domata al Teatro Anfitrione di Roma

Portare in scena la “Bisbetica domata” di William Shakespeare è sempre una sfida, perché il testo è stato visto,

Read More...

Presentazione del volume “Salvatore Cuschera. Sculture 1990 – 2016” a cura di Giuseppe Appella

Presentazione del volume “Salvatore Cuschera. Sculture 1990 - 2016” a cura di Giuseppe Appella   mercoledì 21 febbraio 2018 ore 18.00 Sala delle

Read More...

Leave a reply:

Your email address will not be published.

diciassette + quattordici =

Mobile Sliding Menu