Uomini che non odiano le donne al Teatro Storchi di Modena

In Eventi in Teatro

Domenica 25 novembre, ore 17.00
Teatro Storchi

Largo Garibaldi, 15 – Modena

 

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale di Youtube

 

Uomini che non odiano le donne

un’idea Loredana Lipperini
con Loredana Lipperini, Simona Vinci e Vasco Brondi
disegni dal vivo di Alessandro Baronciani


e con gli allievi della Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore, corso Attore Internazionale, approvato dalla Regione Emilia-Romagna e cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo

 

 

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, ERT Fondazione, Comune di Modena e Associazione Centro Documentazione Donna Modena promuovono domenica 25 novembre alle ore 17 presso il Teatro Storchi di Modena l’incontro “Uomini che non odiano le donne”.

 

“Uomini che non odiano le donne” nasce da un’idea di Loredana Lipperini, scrittrice e conduttrice radiofonica e tra le voci della nota trasmissione Fahrenheit di Rai Radio3. Un viaggio per scavare dentro l’immaginario della violenza, affrontando i miti che lo sostengono, per scoprire come sia   possibile osservare la relazione tra uomo e donna in maniera differente, con una valenza più positiva, grazie ai racconti e agli autori, di oggi e di ieri, scelti dagli artisti presenti.

 

Loredana Lipperini ne parlerà con la scrittrice Simona Vinci e il cantautore Vasco Brondi, accompagnati dai disegni dal vivo di Alessandro Baronciani e le letture degli allievi della Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro.

 

Un viaggio tra scrittori, romanzi, racconti e personaggi: da Santa Teresa, la città dei delitti delle donne raccontata in 2666 di Roberto Bolaño, a Rose Madder di Stephen King, testi stranieri selezionati da Loredana Lipperini.

Simona Vinci invece esplora l’immaginario letterario italiano, tornando al Canzoniere di Petrarca, passando per l’Elegia di madonna Fiammetta di Boccaccio e poi i ritratti di tre donne dei Promessi sposi (Lucia, La monaca di Monza, la madre di Cecilia), per arrivare a Giovanni Giudici (O Beatrice) e il recente romanzo di Maurizio Maggiani, L’amore.

Simona Vinci inoltre sarà anche interprete di un suo inedito, parte di un lavoro sui Fratelli Grimm con le voci delle donne di cui hanno raccolto le storie della tradizione popolare tedesca.

A Vasco Brondi la scelta di tre grandi potesse italiane: Patrizia Cavalli, Mariangela Gualtieri, Chandra Livia Candiani.

 

«”Le parole sono pietre” – afferma la stessa Lipperini – fu un hashtag su twitter che, all’inizio di un sanguinoso 2012, chiedeva ai giornalisti di non raccontare la morte delle donne negando la loro stessa esistenza e narrando, invece, altro: la “passione” di chi uccideva, e dunque la gelosia, il raptus, il momento di follia. O anche: la depressione, la disperazione, l’incredula filastrocca dell’“era un brav’uomo”. Ma la disattenzione dei giornali affonda le radici su un terreno fertile. Quante volte abbiamo guardato e giudicato “normale” il manifesto del vecchio film noir dove una lei sbarra gli occhi mentre viene strangolata, e subito sopra c’è il volto di un lui, devastato dall’ira, dalla furia, dal raptus, appunto. E quanta empatia abbiamo provato per lei e quanta per lui, se la lei in questione era stata narrata come la più infida delle femmes fatales? Anni di storie, siano veicolate in libri, film o melodrammi, ci hanno abituato a considerare che uccidere una donna che fugge, che si nega o nega il proprio amore, è qualcosa che può essere tollerato. Esplorare quei racconti, e soprattutto quelli che sono, non da oggi, di segno opposto, può essere la chiave giusta per ridare il peso alle parole».

 

 

La registrazione dell’evento sarà trasmessa da Rai Radio3 il 25 novembre alle ore 22.30 nel cartellone di Tutto Esaurito! Il mese del Teatro di Radio3 a cura di Antonio Audino e Laura Palmieri.

 

 

Nel foyer del Teatro Storchi, sarà allestito un banchetto con una selezione di libri sul tema a cura di Libreria Ubik Modena.

 

Loredana Lipperini

Loredana Lipperini è una scrittrice e conduttrice radiofonica. È una delle voci di Fahrenheit su Ria Radio3. Ha scritto, fra l’altro, Ancora dalla parte delle bambine (Feltrinelli, 2007), Non è un paese per vecchie (Feltrinelli, 2010), Di mamma ce n’è più d’una (Feltrinelli, 2013), L’ho uccisa perché l’amavo con Michela Murgia (Laterza, 2013) e L’arrivo di Saturno (Bompiani, 2017).

 

 

Simona Vinci

Simona Vinci è scrittrice, traduttrice, autrice per radio e televisione. Il suo esordio narrativo, Dei bambini non si sa niente (Einaudi, 1997), ha suscitato diverse polemiche, ottenendo successo di pubblico e di critica in Italia e all’estero. Ha scritto, fra l’altro, la raccolta di racconti In tutti i sensi come l’amore (Einaudi, 1999), Brother and Sister (Einaudi, 2004), La prima verità (Einaudi, 2016). Collabora con vari quotidiani e ha lavorato per la radio (RAI Radio2) e la televisione (RAI 3).

 

 

Vasco Brondi

Vasco Brondi è un cantautore e scrittore. Suo il progetto musicale Le luci della centrale elettrica, nato nel 2008 e che quest’anno si conclude con una raccolta decennale Tra la via Emilia e la via Lattea, che arriva dopo i quattro album precedenti ed è accompagnata da un omonimo libro (La Nave di Teseo, 2018 a cura di Tiziana Lo Porto). Suoi anche il romanzo-monologo Cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero (Baldini&Castoldi, 2009) e il racconto-viaggio con Massimo Zamboni Anime galleggianti (La Nave di Teseo, 2016).

 

 

Alessandro Baronciani

Alessandro Baronciani è un fumettista, illustratore e musicista. Autore di graphic novel, tra cui Quando tutto diventò blu (Black Velvet, 2011), e illustratore di libri, tra cui Nello spazio con Samantha (Feltrinelli, 2016) scritto da Samantha Cristoforetti e dal fisico Stefano Sandrelli. Si dedica anche a una produzione sperimentale, che comprende progetti come i fumetti postali (Do It Yourself) e il Concerto disegnato (con il cantante Colapesce).

 

 

Ingresso gratuito con invito

Gli inviti potranno essere prenotati a partire da martedì 20 novembre all’indirizzo mail biglietteria@emiliaromagnateatro.com

 

 

Biglietteria Teatro Storchi – Largo Garibaldi 15, Modena

Orari apertura al pubblico: martedì, venerdì e sabato ore 10 – 13 e dalle 16.30 -19 – mercoledì e giovedì ore 10-14

Biglietteria telefonica – tel. 059 2136021

Dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13

biglietteria@emiliaromagnateatro.com | modena.emiliaromagnateatro.com | www.vivaticket.it

 

Debora Pietrobono – Responsabile Ufficio Stampa Emilia Romagna Teatro Fondazione

c/o Arena del Sole

Via San Giuseppe, 8 – 40121 Bologna

tel. 051 2910954 –  

d.pietrobono@emiliaromagnateatro.com – stampa@arenadelsole.it

 

Sara GuerraUfficio Stampa Teatro Storchi e Teatro delle Passioni

Viale Carlo Sigonio, 50/4 – 41124 Modena

tel. 059 2136042

stampa@emiliaromagnateatro.com

www.emiliaromagnateatro.com

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Film: Il cacciatore e la regina di ghiaccio

Il film Il cacciatore e la regina di ghiaccio diretto da Cedric Nicolas Troyan è del 2016 e segue

Read More...

Faust, il nostro punto di vista

Nella bella cornice del Teatro Torlonia, un teatro molto carino piccolo, discreto, della fine dell’ottocento, all’interno di villa Torlonia,

Read More...

Al Teatro Massimo di Roma la finale del Tour Music Fest 2018

Si è svolta al Teatro Massimo di Roma la finale del Tour Music Fest 2018. La serata aperta da

Read More...

Mobile Sliding Menu