Tugce eroina tedesca e non solo

In News
Immagine da web
Immagine da web

È morta da eroina, con quello che è il gesto di una persona matura e attenta alle esigenze e richieste di aiuto degli altri. Tugce, giovane ventitreenne tedesca, di origine turca, ha pagato con la vita per essere intervenuta in difesa di due ragazze, molestate da un gruppo di balordi.

Il tutto si è svolto in un McDonald’s di Offenbach nella Germania centro-occidentale quando la studentessa, una quindicina di giorni fa, ha assistito nei bagni del famoso fastfood, al tentativo di molestia da parte di due balordi verso due minorenni. Diversamente da tanti altri, che non si sono intromessi nella discussione, lasciando le malcapitate alla mercé dei due, Tugce non è riuscita a stare in silenzio e ha preso le difese delle giovani, riuscendo a salvarle.

Il suo gesto coraggioso, però, non è stato apprezzato dai due balordi che l’hanno attesa all’uscita del locale e aggredita. Il diciottenne Sanel M. che al momento è in stato di fermo e reticente agli interrogatori, sarebbe stato l’autore del pugno sferrato in pieno volto della giovane che l’ha mandata in coma. Un coma durato quindici giorni, fino a quando, nel giorno del suo ventitreesimo compleanno e dopo aver accertato la morte celebrale della giovane, i genitori hanno spento le macchine che la tenevano in vita artificialmente. I suoi organi sono stati donati e al momento della morte, una folla è rimasta all’esterno dell’ospedale in veglia.

Una giovane eroina, il cui gesto è stato ampiamente omaggiato attraverso i sociale network e in tanti hanno chiesto anche che a lei fosse assegnata la Croce al merito, la più alta decorazione della Germania.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale di Youtube

A complicare la vicenda giudiziaria sono alcuni elementi. Il primo è che le due ragazzine difese dalla giovane sono scomparse. Il padre ha fatto un appello perché le due si presentino alle forze dell’ordine per formalizzare le accuse contro il diciottenne e dare almeno giustizia a Tugce.

Pesa nella vicenda anche l’indifferenza dei presenti, nonché del personale del fastfood che non sono intervenuti in difesa delle ragazzine molestate, lasciando il compito alla sola giovanissima studentessa, che ha affrontato i due balordi da sola. La polizia ha chiesto maggior collaborazione affinché fatti del genere non avvengano più, mentre la direzione difende i suoi impiegati.

Ora resta solo il ricordo di Tugce che tutta la Germania ammira come eroina e la tristezza che, anche in casi del genere, spesso le donne si ritrovino a difendersi da sole o a difendere, da sole, altre donne.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

NELLA MIA TESTA al TEATRO IVELISE di Roma

COMUNICATO STAMPA                   TEATRO IVELISE E’ LIETO DI PRESENTARE IL PRIMO SPETTACOLO DI STAND – UP COMEDY NELLA STORIA DELLE

Read More...

Groppi d’amore nella scuraglia al Teatrosophia di Roma

Carichi Sospesi presenta   GROPPI D'AMORE NELLA SCURAGLIA   dal 15 al 18 novembre 2018   Teatrosophia via della Vetrina 7, Roma Ha fatto innamorare il pubblico

Read More...

Nella giungla delle città al Teatro Trastevere di Roma

Comunicato Stampa Associazione Culturale Teatro Trastevere è lieta di RICORDARE un Evento imperdibile con il Teatro D'Autore   Nella giungla delle città im

Read More...

Mobile Sliding Menu