Che sia Benedetta il ritorno a Sanremo di Fiorella Mannoia

In Musica News
Immagine da web

Mancava dal Festival di Sanremo da ben 29 anni, ma Fiorella Mannoia, sicuramente non è stata per nulla ferma in tutti questi anni. La sua vita artistica è esplosa da subito, attraverso le tante canzoni che vari autori, noti e meno noti, hanno scritto per lei e che lei ha saputo interpretare regalando magie. Basta ricordare “Caffè nero bollente”, “Quello che le donne non dicono”, “Il cielo d’Irlanda”, “L’amore si odia”, “Sud” e si potrebbe continuare all’infinito citando le tante bellissime canzoni che hanno autori come Ivano Fossati, Enrico Ruggeri, solo  per citarne due.

Un’altra delle sue meravigliose magie l’ha interpretata proprio quest’anno sul palco della cara canora più famosa d’Italia, con la sua “Che sia benedetta” testo di Amara e Salvatore Mineo, mentre le musiche sono della stessa Amara.

La canzone, definita dalla stessa Mannoia, “un inno alla vita”, invita le persone a non mollare mai, consapevole che la vita non è una passeggiata tranquilla, ma un continuo confrontarsi, crescere, cadere e tornare a confrontarsi, cadere, crescere…

Indicata già dalla prima serata come la favorita alla vittoria dell’edizione 2017 del Festival della canzone italiana, è tra le più trasmesse in radio fin da subito, si è classificata al secondo posto, vincendo il premio come miglior testo, ma per moltissimi è lei la vincitrice del Festival.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale Youtube

“Che sia benedetta” è una canzone così positiva, così attuale, che spinge a vivere questa vita sempre più frenetica e complicata, sa davvero di grande conoscenza dei dolori e delle difficoltà con i quali ci scontriamo ogni giorno, ma anche con la voglia di amare questa vita “incoerente e costante”.

“Che sia benedetta /Per quanto assurda e complessa ci sembri la vita è perfetta/Per quanto sembri incoerente e testarda se cadi ti aspetta/Siamo noi che dovremmo imparare a tenercela stretta/ Tenersela stretta”, recita il ritornello della canzone, che ha tutto: ha un testo bellissimo, una musica orecchiabile e vivace e un’interprete straordinaria.

Infatti Fiorella Mannoia, oltre ad interpretare un brano magnifico, è stata una campionessa di eleganza e si è distinta, sempre, anche con giornalisti e con il pubblico, insomma, una vera signora della musica italiana.

Accetta i cookie di YouTube per riprodurre questo video. Accettando l’utente accederai ai contenuti di YouTube, un servizio fornito da terze parti esterne.

Informativa sulla privacy di YouTube

Se accetti questo avviso, la tua scelta verrà salvata e la pagina verrà aggiornata.

 

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Il ricordo di Domenico Modugno al Sala Teatro Segreto

“Un Sogno Così” dedicata a Domenico Modugno Al "Sala Teatro Segreto" sito nel quartiere Testaccio è andato in scena “Un

Read More...

L’intervista a Max Nardari regista del film “Di tutti i colori”

è un film romantico, ma divertente e corale Uscirà nelle sale il 18 luglio “Di tutti i colori” il film

Read More...

Nuovo brano per gli Statale 66

È una musica scritta per dare forza Loro sono gli Statale 66, in molti li hanno conosciuti grazie alla partecipazione

Read More...

Mobile Sliding Menu

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Privacy –   Cookie policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie