Saraceno fa rivivere “Radio Aut”

In Recensioni
immagine da web
immagine da web – Pierpaolo Saraceno

Pierpaolo Saraceno porta in scena al teatro Palladium di Roma, in una sola serata, uno spettacolo intenso ed emotivamente coinvolgente “Radio Aut la voce di Peppino Impastato” che racconta la lotta di questo giovane giornalista e attivista contro il potere della mafia.

Peppino, anche se proveniva da una famiglia mafiosa, decise di schierarsi dalla parte dei più deboli, dalla giustizia e lo fece utilizzando le sue potenzialità, la parola e la scrittura. Ciò che lo rese, però, molto pericoloso agli occhi dei mafiosi, e soprattutto al capo Gaetano Badalamenti, fu la gestione di Radio Aut i cui programmi erano molto seguiti e la sua candidatura alle elezioni comunali. Così tanto pericoloso che alla fine la mafia ne decretò la morte in modo violento, camuffandola prima per suicidio e poi come errore di un attentatore.

immagine da web - mariapaola tedesco
immagine da web – mariapaola tedesco

Peppino Impastato, però, restò nel cuore della madre Felicia e in quello dei suoi amici che per anni si sono battuti perchè la verità venisse a galla e il sacrificio di Peppino fosse riconosciuto come tale. Da allora i giovani siciliani e non solo, soprattutto chi si appassiona alla radio e alle lotte contro le mafie, amano ascoltare la potenza che questo mezzo di comunicazione può offrire per cambiare le cose.

Ricordare Peppino nel suo ruolo fondamentale di combattente integerrimo e senza paura, è la meta che Saraceno si prefigge portando in scena “Radio Aut”. Sulla scena la storia di Peppino e l’amore per la sua lotta, con le lunghe ore di diretta radiofonica, mentre, dall’altra parte della scena, il dolore della madre che sospettava da sempre la tragica fine del figlio. Da una parte il coraggio di portare avanti le proprie idee, dall’altra la paura di una madre di perdere il proprio figlio.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale Youtube

Accanto a Pierpaolo Saraceno la giovane Mariapaola Tedesco che impersona più che la madre, il suo dolore lungo e infinito per il figlio, con una bellissima interpretazione che la vede esprimere un dolore reale.

Con loro anche un ballerino Daniele Baffo che narra attraverso la danza, il conflitto tra la vita e la morte, tra la mafia e Peppino, tra Peppino e la famiglia, mentre un fantasista aiuterà la madre ad immergersi nel proprio dolore, quando la scena verrà oscurata per annunciare la fine di Peppino. In scena la raffigurazione della vera location della sala radiofonica di Peppino, con arredi di fortuna e a poco costo.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

UE! l’invito al voto di Lorenzo Baglioni

Il testo del brano incita le persone ad andare a votare Lorenzo Baglioni sorprende ancora una volta il pubblico italiano,

Read More...

In partenza la prima edizione di “VOICEIN…CANTO”

prima edizione del concorso “VOICEIN…CANTO” Oggi 19 maggio alle ore 21.00 il Comitato Festa Santa Rita da Cascia di Roma

Read More...

Serial Love, il nuovo singolo di Gipsy

Idealmente la sua è una lotta tra l’inconscio e la perfezione È uscito il 16 maggio “Serial Love” il nuovo

Read More...

Mobile Sliding Menu