Sanremo 2016 – seconda serata

In Musica News
Immagine da web
Immagine da web

La seconda serata del Festival di Sanremo si apre, come di consueto, con la sfida tra due giovani, per l’accesso alla finale di venerdì. Dopo il televoto, che decreta la vittoria della categoria, Carlo Conti porta sul palco uno dei fenomeni del web: un quartetto di musiciste che con grazia, bravura. Le artiste regalano divertimento, suonano tre archi e il pianoforte in modo ironico e stupefacente, sono le Salut Salon, archi e cabaret, davvero delle artiste che stanno facendo il giro del mondo e dei palchi d’Europa.

Quindi inizia la gara. La prima a scendere in gara è Dolcenera, poi via via tutti gli atri big della serata: Clementino, Patti Bravo, Valerio Scanu, Francesca Michielin, Alessio Bernabei, Neffa, Elio e le storie tese, Annalisa, Zero Assoluto. I cantanti che sono a rischio eliminazione sono Zero Assoluto, Dolcenera, Neffa e Alessio Bernabei.

Tra gli ospiti della serata, per la rubrica “Tutti cantano Sanremo“, arriva da Cerasole Reale, sul palco dell’Ariston, una maestra con la sua scolaresca, formata da due soli alunni. Una classe particolare che viene mantenuta per permettere a questi due bambini di studiare, anche se l’anno prossimo a scuola saranno in tre. Sono i bambini a scegliere la canzone della rubrica e non poteva non essere “Quando i bambini fanno oh“, Sanremo 2005.

L’ospite più atteso della serata che regala emozioni e si emoziona è Eros Ramazzotti, tornata al Festival per festeggiare i 30 anni dalla sua vittoria proprio sul palco dell’Ariston, era il 1986 e la canzone era “Adesso tu“. Eros regala emozioni con un medley preparato appositamente per il Festival che fa cantare tutti, per lui standing ovation sia all’ingresso che all’uscita dell’esibizione. In prima fila ad applaudirlo e sostenerlo, Marica, la donna che lo ha reso di nuovo padre. Incalzato dall’affetto che Ramazzotti non nasconde per la donna della sua vita, anche Carlo Conti ne approfitta per dichiarare apertamente davanti ai teleschermi il suo amore per Francesca citando proprio il cantante seduto accanto a lui con la frase “più bella cosa non c’è“.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale di Youtube

Dobbiamo ammettere che la Laura Pausini ed Eros Ramazzotti, tra i cantanti italiani più conosciuti e amati al mondo e che hanno venduto milioni di dischi, sono state sicuramente le star che hanno raggiunto il maggior successo proprio grazie a questa manifestazione canora che li ha visti calcare il palco da giovanissimi, partendo proprio dalle Nuove Proposte di quegli anni ’80 e ’90, vera fucina per la musica italiana.

Immagine da web
Immagine da web

Il momento più emozionante della serata, però, ce lo ha dedicato Ezio Basso, un magnifico musicista, conosciutissimo in tutto il mondo, meno dal grande pubblico italiano. Sarà perché a lui viene dedicato davvero pochissimo spazio dai mass media italiani, cosa che non accade, invece, nel resto del mondo. Emozionante il suo intervento sul palco di Sanremo, non solo per la musica che ha regalato, ma soprattutto per le parole spese a spiegare la vita e la musica. Senza paura, con il coraggio e la forza che lo hanno sempre contraddistinto, Basso non rinuncia a spiegare cosa può essere la vita e la musica: “la musica siamo noi“, aggiungendo subito dopo “la musica è una vera magia, non a caso i direttori hanno la bacchetta“. Ma ad emozionare è la frase che dovrebbe far riflettere maggiormente in questo periodo storico: “la musica, come la vita, si può fare solo in un modo, insieme“. Tanti gli applausi che hanno accompagnato l’intervento di Ezio Basso e anche per lui il pubblico sanremese ha dedicato una standing ovation non solo al musicista, ma anche all’uomo.

Quindi si passa all’ospite che incarna, per questo Festival, la bellezza. Fa il suo ingresso sul palco Nicole Kidman, la star hollywoodiana che incarna bravura, dolcezza e bellezza. L’inizio è dei migliori, visto che per scendere le scale la Kidman chiama Conti per aiutarla, parlando in italiano. L’intervista esplora la vita privata, professionale e non può non fermarsi sull’amore che la star australiana ha per l’Italia, la Kidman non fa mistero, le sue città preferite sono Firenze e Roma. Per lei, che sfoggia un’eleganza unica, un pensiero anche per le donne vittime di violenza, visto che lavora insieme all’Onu come ambasciatrice. Accenna agli eroi che per lei sono i volontari, o medici, che lavorano dietro le quinte ogni giorno, senza onori. Alla domanda su cosa desidera, risponde dopo averci riflettuto per un attimo: “La cosa più grande che possiamo desiderare è l’amore, dare e ricevere amore“. Che dire, davvero un’emozione che non lascia dubbi sulla classe di questa donna.

Ma c’è il tempo di ascoltare anche Ellie Goulding con la sua “Love me like you do” e che presenta sul palco di Sanremo il suo nuovo singolo “Army“. E sul finale Nino Frassica che dedica la canzone ai migranti e si diverte con l’intervista doppia fatta con Gabriel Garko.

Virginia Raffaele interpreta in questa serata la grande etoile italiana, Carla Fracci, con sketch rivolti anche a Carlo Conti e si, diciamolo senza timore, è davvero brava. Così tanto che riceve anche i complimenti della Fracci. Sicuramente una buona scelta per il festival, che contrasta con l’affiancamento degli altri due presentatori, Gabriel Garko e Madalina Diana Ghenea.

La bravura di Carlo Conti sta nell’unire sapientemente i generi musicali, sforando nella classica con maestria e portando sul palco dell’Ariston, tutti gli ospiti, gestiti sapientemente, dimostrando di essere un ottimo padrone di casa.

Accetta i cookie di YouTube per riprodurre questo video. Accettando l’utente accederai ai contenuti di YouTube, un servizio fornito da terze parti esterne.

Informativa sulla privacy di YouTube

Se accetti questo avviso, la tua scelta verrà salvata e la pagina verrà aggiornata.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

NELLA MIA TESTA al TEATRO IVELISE di Roma

COMUNICATO STAMPA                   TEATRO IVELISE E’ LIETO DI PRESENTARE IL PRIMO SPETTACOLO DI STAND – UP COMEDY NELLA STORIA DELLE

Read More...

Groppi d’amore nella scuraglia al Teatrosophia di Roma

Carichi Sospesi presenta   GROPPI D'AMORE NELLA SCURAGLIA   dal 15 al 18 novembre 2018   Teatrosophia via della Vetrina 7, Roma Ha fatto innamorare il pubblico

Read More...

Nella giungla delle città al Teatro Trastevere di Roma

Comunicato Stampa Associazione Culturale Teatro Trastevere è lieta di RICORDARE un Evento imperdibile con il Teatro D'Autore   Nella giungla delle città im

Read More...

Mobile Sliding Menu