Sanremo 2016 – ultima serata

In Musica News
Immagine da web
Immagine da web

Sono gli Stadio a vincere il Festival di Sanremo 2016, 66/a edizione. La loro “Un giorno mi dirai” ha sbaragliato tutte le altre canzoni aggiudicandosi anche altri premi, tra cui quello della Sala Stampa Radio-tv-web Lucio Dalla  – Sezione campioni e quello della Musica Giancarlo Bigazzi, assegnato per la prima volta e votato dai maestri che compongono l’orchestra di Sanremo. Gli Stadio avevano già vinto giovedì scorso, la serata delle cover con un omaggio a Lucio Dalla. Felicissimi per la vittoria, su un palco che, a detta loro, hanno amato e odiato allo stesso tempo, lanciano il primo scoop, forse quello che nessuno poteva immaginare. “Un giorno mi dirai” era stata proposta già lo scorso anno, ma era stata scartata, dallo stesso team che quest’anno invece, l’ha selezionata. Altra notizia che è stata annunciata, per ciò che riguarda gli Stadio, è che il gruppo no parteciperà all’Eurovision Song Contest 2016.

Seconda classificata la giovanissima Francesca Michielin, con “Nessun grado di separazione“, rimasta sul palco per la proclamazione del vincitore, è apparsa contentissima per il risultato ottenuto. A caldo, ha detto, citando Jovanotti “sono una ragazza fortunata perché mi avete regalato un sogno“, cantata dal cantautore romano proprio sul palco di Sanremo. Al terzo posto l’unico duo presente a Sanremo, Giovanni Caccamo e Deborah Iurato, che all’inizio era stato dato favorito con la loro “Via da qui“. Il premio della critica, invece a Patty Bravo.

L’apertura della serata finale è stata affidata a Francesco Gabbani che ha cantato “Amen“, la canzone vincitrice della sezione Giovani. Ma è stata anche una serata ricca di sorprese a cominciare dal collegamento con Il Volo, vincitori del Festival dello scorso anno, che si è collegato da New York per un tour mondiale.

Tra gli ospiti della serata anche un simpaticissimo Roberto Bolle, che ha stupito gli spettatori portando sul palco dell’Ariston un assolo sulle note di “We Will Rock You” dei Queen, in un misto di classica e rock apprezzatissimo. Poi, invitato da Virginia Raffaele, ha esibito con lei un passo a due sulle note della sigla di Lorella Cuccarini, “La notte vola“.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale di Youtube

Tra gli ospiti Cristina D’Avena, arrivata a Sanremo 2016 dopo una petizione che è rimbalzata tra social e radio. Con lei si canta “Il valzer del moscerino” che la fece conoscere giovanissima allo Zecchino d’Oro, poi le sigle dei cartoni, “Kiss me Licia”, “La canzone dei Puffi”, “Occhi di gatto”, per chiudere con “La pioggia” di Gigliola Cinquetti, la canzone preferita da Cristina D’Avena. Per lei un vero trionfo che contagiato tutti i presenti in sala e non solo.

A sorpresa arrivano a Sanremo anche due amici di Carlo Conti, Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni, compagni di viaggio artistico e legati da una lunga amicizia con il presentatore. I due non si limitano a far ridere e sorridere, ma aggiungono quel po’ di satira, rivolta a Matteo Renzi, che a Sanremo non è stata presente in tutte le serate della manifestazione.

Immagine da web
Immagine da web

Tra gli ospiti più attesi al Festival anche Renato Zero, strepitoso, divertente, che ammalia con la sua musica e con le sue parole. Si lascia intervistare e non perde occasione di parlare anche della famiglia e delle famiglie, tema che tiene in scacco l’Italia. Per lui le canzoni che lo hanno fatto apprezzare dal pubblico, in un medley in chiave orchestrale, “Favola Mia”, “Più su”, “Amico”, “Nel giardino che nessuno sa”, “Cercami”, “Il cielo”, “I migliori anni”, per finire con le sue canzoni più discusse, “Il triangolo”, “Mi vendo”.

Inoltre alle fiction della Rai, che verranno trasmesse nella prossima stagione, sono stati dedicati alcuni minuti interessanti, come l’intervento di Giuseppe Fiorello, che ha portato sul palco un piccolo monologo legato allo spettacolo teatrale su Domenico Modugno che porta ormai da qualche anno nei teatri italiani con un riferimento specifico alle acciaierie di Taranto, che hanno inquinato e ucciso, e continuano a uccidere decine di persone. Intervento sociale anche sulla nuova fiction dello stesso Fiorello incentrata tutta sulla terra dei fuochi.

Per la serata finale Virginia Raffaele indossa i panni di sé stessa e si diverte sul palco sanremese, che le attribuisce un’ovazione al momento dei saluti, visto che sicuramente, tra i tre compagni di Carlo Conti, è stata la più eclettica, divertente, spigliata, giocosa, talentuosa. Gabriel Garko, invece, in smoking bianco, per l’ultima serata, pone fine alle polemiche che lo hanno accompagnato per tutto il Festival e che lo stesso ha usato per ironizzare su se stesso.

Insomma, a tirare le somme di questo Sanremo 2016, ci sono le performance molto belle di Virginia Raffaele, belle canzoni, naturalmente non tutte, con alcune che non hanno potuto non toccare temi attuali come “Blu” della Fornaciari sui migranti.

Una cosa va detta, le canzoni di questo Sanremo, come quelle degli ultimi anni, si apprezzano solo ascoltandole più volte; ormai non vengono più scritte canzoni che ti colpiscono al primo ascolto. C’è comunque un po’ di confusione tra big e giovani, basta pensare che il vincitore della categoria Nuove proposte ha 34 anni, mentre ci sono moltissimi tra i big che hanno meno anno e sono passati nella categoria maggiore senza passare prima da quella minore. Un po’ di riflessione va fatta sulla scelta dei co conduttori del festival e sulle battute che a loro vengono assegnate. I cantanti italiani ospiti della manifestazione, sono stati tutti vincitori di almeno una delle edizioni precedenti e tutti sono molto conosciuti anche all’estero. Una scelta accurata che ha portato Carlo Conti ad ottenere il successo della manifestazione, come lo è stata anche la scelta degli ospiti internazionali. Fa centro anche quest’anno, la voglia di Hollywood, e portare all’Ariston una star, femminile come Nikole Kidman, è stato un vero successo.

Accetta i cookie di YouTube per riprodurre questo video. Accettando l’utente accederai ai contenuti di YouTube, un servizio fornito da terze parti esterne.

Informativa sulla privacy di YouTube

Se accetti questo avviso, la tua scelta verrà salvata e la pagina verrà aggiornata.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

“BARRY LYNDON” AL TEATRO TOR BELLA MONACA di Roma

    AL TEATRO TOR BELLA MONACA DAL 16 AL 18 NOVEMBRE “BARRY LYNDON” Il creatore di sogni liberamente tratto dal romanzo di William Makepeace Thackeray,

Read More...

Torna al Teatro Brancaccio di Roma, Aggiungi un posto a tavola

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA   GIANLUCA GUIDI            - Don Silvestro EMY BERGAMO              - Consolazione MARCO SIMEOLI            - Sindaco Crispino PIERO

Read More...

Al Via la 5ª Ed. di “FestivalMente FM – Onde Cerebrali – THE ART OF MIXING” – Omaggio alle DONNE

Cultura e Arte a Roma: Al Via la 5ª Ed. di “FestivalMente FM – Onde Cerebrali - THE ART OF MIXING” – Omaggio alle

Read More...

Mobile Sliding Menu