Recensione: Tesoro non è come credi, ma forse di più!

In Recensioni

“Tesoro non è come credi” è la commedia andata in scena al Teatro San Paolo di Roma, scritta, diretta e interpretata da Pietro Morachioli con Ughetta D’Onorascenza, Raffaele Proietti, Giorgia Mareri, Stefano Starna, Valeria Moccia, Diego Nesta, Alessia Paladino.

È una commedia degli equivoci che si alimentano con il trascorrere del tempo. Protagonista di tutto ciò, un salotto, dove troneggia un ampio divano, a volte utilizzato come riposo, altre come scudo o separazione. Il salotto è il luogo dove, attraverso l’impatto emotivo si sviluppa la scena.

Due amici di vecchia data Giorgio e Filippo, si spalleggiano, o meglio, uno dei due copre le continue scappatelle dell’altro. Così capita che Filippo decide di andare a vivere con la nuova giovane amante nell’appartamento accanto a quello che condivide con la moglie Margherita. Da qui partono una serie di equivoci esilaranti che coinvolgono tutti i personaggi, nessuno escluso. Un via vai di personaggi e storie che animano la scena, con un crescendo di situazioni che diventano paradossali.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale di Youtube

L’intreccio, che non sveleremo, porta ad una situazione che non è possibile immaginare, ma che ci appare interessantissima con bei colpi di scena. Ritmo animato, battute divertenti fanno di questo spettacolo una chicca nel mondo del comico, mentre gli attori mostrano non solo la capacità recitativa, ma anche una padronanza della mimica. Interessante il ruolo della cameriera e di Margherita che sfruttano le loro doti mimiche.

Lo spettacolo si presta a migliorie in alcuni punti marginali, per il resto è una commedia comica divertente, ben interpretata e diretta, che riesce a nascondere il finale fino in fondo. Proprio questi giochi e ritmi, permettono allo spettatore di restare vigile e attento alla scena, mentre la storia evolve, alla scoperta di ciò che accadrà di lì a poco. Piace anche la possibilità di ridere e divertirsi senza cadere nell’ormai scontato testo volgare.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

L’incanto di EsotericArte alla Sala Umberto

Si può fare uno spettacolo con matematica e filosofia mettendoci in mezzo anche del latino? Si, si può fare.

Read More...

IV Edizione IveliseCineFestival

  IV Edizione IveliseCineFestival Programma   PROIEZIONI – giovedì 29 novembre 2018   Teatro Ivelise      dalle ore 17,00 alle ore 22,30 - con Giuria Popolare   (Ingresso

Read More...

CARA PROFESSORESSA e PRESTAZIONI STRAORDINARIE al Teatro dei Servi di Roma

  dal 26 al 28 novembre 2018 CARA PROFESSORESSA   scritto da Ljudmila Razumovskaja traduzione Valerio Piccolo adattamento Francesca Zanni   con Giovanna Centamore, Giovanni Nasta, Valerio Ribeca, Giuseppe Vancheri, Francesca Verrelli regia Andrea

Read More...

Mobile Sliding Menu