QUATTRO NIPOTI, UNA BARA E TANTE RISATE al Teatro de’ Servi di Roma

In Eventi in Teatro

QUATTRO NIPOTI, UNA BARA E TANTE RISATE

Al Teatro de’ Servi  in scena dal 9 al 25 novembre “Morta zia, la casa è mia”.

 

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale Youtube

Dopo il grande successo nella scorsa stagione de “La Storia d’Itaglia”, tornano sul palco del Teatro de’ Servi Daniele DerogatisValeria Monetti, Maurizio Paniconi ed Alessandro Tirocchi con Morta zia, la casa è mia.

 

Lo spettacolo, scritto da Gianni Quinto da un’idea del duo comico Tirocchi / Paniconi per la regia di Marco Simeoli ,  affronta con ironia e sapide battute l’eterna questione della spartizione dell’eredità, portando sul palcoscenico la storia di quattro nipoti che, dopo la morte della ultraottantenne zia, ovviamente zitella e dunque senza figli, si riuniscono a casa sua per organizzare il funerale e trovare il modo per accaparrarsi quel poco o quel tanto che la cara estinta ha lasciato.

 

Vecchi rancori, conflitti familiari e strampalati equivoci vengono sciorinati in un susseguirsi di inaspettate situazioni, con improvvisi cambi di tono, riflessioni grottesche sulla morte, richiami ai problemi di oggi, con la precarietà che attanaglia i giovani, e perfino con qualche arguto riferimento  a famosi film sul tema che i più attenti spettatori potranno divertirsi a individuare.

 

“Se c’è qualcosa che nella vita ci terrorizza e ci paralizza è la morte, anche il solo pensarla.- ha commentato Marco Simeoli, che cura la regia dello spettacolo. –  L’unico modo che abbiamo per difenderci da essa è esorcizzarla, armandoci di cinismo e di autoironia capaci di sbeffeggiarla, irriderla e disarmarla. In “Morta zia la casa è mia”  il divertimento che ruota intorno al “fattaccio” grazie ai quattro improbabili e disamorati nipoti, è accompagnato dalle loro problematiche familiari, dal loro disagio giovanile e, cosa molto comune ai giorni d’oggi, dalla speranza di un lascito, di un’eredità o di una vincita al gratta e vinci capaci di risollevare le sorti di un ormai perenne precarietà generazionale”.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Intervista a Bruna K. Midleton autrice di Murate vive

rinchiudere le figlie era pratica usuale  Il racconto “Murate Vive – Marianna De Leyva e le altre monache di Monza”,

Read More...

Cosa significa essere single oggi: Sex e detriti 2.0 amori e altre sventure

Come vivono questa situazione le donne? La singlitudine è una caratteristica di questi anni. Molte donne vivono con tranquillità questa

Read More...

Sottozero, intervista a Viola Thian

un filo conduttore può essere proprio la diversità La giovane cantante Viola Thian, classe 1997, ha pubblicato da poco il

Read More...

Mobile Sliding Menu

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Privacy –   Cookie policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie