Nuovo libro per Terrabuoni: “Mi ricordo di te”

In Letterando con
Immagine da web
Immagine da web

Stefano Terrabuoni è uno scrittore giunto ormai al suo terzo libro dal titolo “Mi ricordo di te“, che uscirà il 4 febbraio in contemporanea alla prima dello spettacolo, in programmazione al Teatro Elettra di Roma. Lo spettacolo è stato ricavato dal libro stesso e Terrabuoni ne è anche lo sceneggiatore. Curiosi per questo evento particolare che vede non solo la prima di uno spettacolo a teatro, ma in contemporanea anche la pubblicazione del romanzo a cui si ispira la commedia, ho incontrato la mente della storia, colui che ha fatto in modo che ci fosse un racconto da portare in scena.

Ci incontriamo una sera per un aperitivo e parliamo del lavoro che Stefano ha autopubblicato. Subito ci occupiamo del romanzo, di cosa parla, di com’è nato e tanto altro ancora. Così scopro che l’argomento principale del racconto è la paura di dimenticare. Infatti all’interno del romanzo, si parla di ischemia transitoria, un fenomeno della mente che porta, chi ne è colpito, a non ricordare più chi è, cosa sta facendo, dove sta. Una breve perdita di memoria, che può durare da alcuni secondi all’intera giornata. Sono preludi, spesso, a qualcosa di più grave e comunque, a fenomeni del genere, il medico fa seguire sempre degli accertamenti accurati. Ad ispirarlo vari racconti che Stefano ha ascoltato da amici e conoscenti e soprattutto quel senso di angoscia che si prova non riuscendo a ricordare nulla di se.

La storia parla proprio di questo. Durante un pranzo per festeggiare una promozione, il protagonista, Filippo, che ha avuto un’ischemia transitoria, si ritrova circondato da persone delle quali dubita le parole, non riconoscendo alcuni episodi che gli vengono riportati. Questo fatto che per molti è fonte di ansia e preoccupazioni, nella commedia viene affrontato in maniera ironica, con situazioni che si vengono a creare buffissime. In poche parole “è un modo per prendere coscienza di un fatto importante con ironia“.  Nel racconto c’è anche un enigma da risolvere. Ma tutto questo verrà svelato alla fine del romanzo.

Stefano Terrabuoni si è anche occupato di promuovere lo spettacolo, che già dalle prime serate sta registrando il tutto esaurito, e non è ancora iniziato! Non è intervenuto per nulla, invece, in tutto ciò che riguarda la parte della rappresentazione, escludendo la consegna della sceneggiatura al regista. Per lui sono importanti anche i ruoli che ha ogni persona che si impegna in un lavoro, lui scrive, il regista dirige, gli attori recitano, ecc.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale di Youtube

A dirigere la commedia, invece, il regista Massimiliano Milesi, ispiratore del racconto. È stato proprio lui a chiedere a Stefano Terrabuoni di scrivere qualcosa per il teatro, memore del successo dell’anno passato quando aveva messo in scena con successo uno spettacolo su tre racconti gialli, uno di questi era di Terrabuoni.

Quindi dal 4 al 14 febbraio la compagnia “Teatro da viaggio” rappresenterà al Teatro Elettra di Roma “Mi ricordo di te” per la regia di Massimiliano Milesi con Carla Aversa, Alberto Albertino, Valentina Mauro, Massimiliano Milesi, Manuela Arcidiacono, Mauro Manni.

Il libro “Mi ricordo di te” sarà acquistabile su tutte le piattaforme on line, in formato e-book, cominciando da lulu.it dal 4 febbraio e in formato cartaceo direttamente durante le serate della rappresentazione teatrale.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

L’incanto di EsotericArte alla Sala Umberto

Si può fare uno spettacolo con matematica e filosofia mettendoci in mezzo anche del latino? Si, si può fare.

Read More...

IV Edizione IveliseCineFestival

  IV Edizione IveliseCineFestival Programma   PROIEZIONI – giovedì 29 novembre 2018   Teatro Ivelise      dalle ore 17,00 alle ore 22,30 - con Giuria Popolare   (Ingresso

Read More...

CARA PROFESSORESSA e PRESTAZIONI STRAORDINARIE al Teatro dei Servi di Roma

  dal 26 al 28 novembre 2018 CARA PROFESSORESSA   scritto da Ljudmila Razumovskaja traduzione Valerio Piccolo adattamento Francesca Zanni   con Giovanna Centamore, Giovanni Nasta, Valerio Ribeca, Giuseppe Vancheri, Francesca Verrelli regia Andrea

Read More...

Mobile Sliding Menu