Nuova stagione per il Premio Ribalta

In Teatro News
Stagione 2016/2017 Premio Ribalta
Stagione 2016/2017 Premio Ribalta

Si avvicina l’inizio del nuovo anno scolastico e con esso anche l’avvio di una nuova stagione teatrale del Premio Ribalta che, come ogni anno, attrae una platea sempre maggiore di scuole. Giunto ormai alla sua XIX edizione, questa manifestazione offre una selezione di spettacoli teatrali dedicati ad una platea particolare, che vai dai bambini delle scuole dell’Infanzia ai giovani delle scuole medie superiori.

Un insieme di spettacoli accompagnati anche da laboratori, che toccano gli argomenti più vari, dall’attualità alla mafia, dal bullismo delle nuove tecnologie passando per le tragedie che toccano il cuore umano, senza dimenticare rappresentazioni in lingua inglese.

Anche quest’anno sono stati scelti dei gruppi teatrali provenienti da ogni parte d’Italia, compagnie che ormai fanno parte del Premio Ribalta perché partecipano, con impegno e serietà, da anni a questa manifestazione, o altre che si affacceranno per la prima volta, tutte unite nella voglia di regalare ai propri spettatori, grandi emozioni, spunti per la riflessione e anche tanto divertimento.

Il premio Ribalta, nato diciannove anni fa a Roma, con Ulisse Marco Patrignani, ha avuto il suo battesimo al teatro Piccolo Eliseo e aveva una formula un po’ diversa, visto che portava sul palco compagnie che dedicavano spettacoli ad un pubblico giovane, interagendo con molteplici argomenti toccati dagli insegnanti delle scuole e che questi venivano giudicati da una giuria di tutto rispetto, formata da giornalisti, che ha annoverato tra i suoi giurati nomi come Costanzo, Spadarro, Garroni, De Matteis, solo per citarne alcuni.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale di Youtube

Il festival di Ribalta è stato il primo a portare in scena uno spettacolo sul bullismo con Quelli di Grock, compagnia di Milano, con “IO me ne frego” che vinse il festival ed è dovuto tornare per due edizioni successive data la richiesta da parte delle scuole.

Negli anni ci sono stati altri spettacoli che hanno riscosso successo, come “Telefiaba” della compagnia Mansarda, degli anni 90, primo spettacolo tra televisione e troppa televisione, il quale vinse pure il festival.

Con gli anni e con la crisi che ha toccato sempre più gli artisti teatrali, la manifestazione si è trasformata, divenendo una rassegna di spettacoli, rappresentati in due o tre giornate, non avvalendosi più di alcuna giuria. Inoltre, dati gli alti costi dei teatri, si è spostata da Roma centro, nella periferia. I teatri che ospitano le rappresentazioni, infatti, sono il Caesar di San Vito Romano e l’Europa di Aprilia.

Tante e diversificate le proposte che accompagneranno la stagione 2016/2017. Ci sarà lo spettacolo “Peter Pan” in lingua inglese per la scuole dell’Infanzie e Primaria, “Freddy”, il musical in inglese con le canzoni di Freddy Mercury per le superiori, accompagnati da pacchetti didattici che verranno consegnati a settembre alle scuole.

Ritornerà, dopo anni di assenza, lo spettacolo “Cantata” dello stesso Patrignani, un progetto particolare sulla legalità, dedicato alle suole medie e superiori. Ci sarà uno spettacolo che ricorderà Peppino Impastato, il giovane ucciso dalla mafia siciliana, con lo spettacolo “Radio Aut”, anche questo per gli studenti delle medie e superiori.

Ci sarà, inoltre, un omaggio al grande drammaturgo inglese, William Shakespeare, nel suo quattrocentesimo anniversario dalla sua morte, con “Coriolano” spettacolo che ha vinto il premio Corsini a Roma. In scena 12 attori giovani, con una produzione enorme per medie e superiori. Tra questi anche un progetto sulla Shoa con “Un pallone finito ad Auschwitz”, uno sulla tragedia dei migranti “Guardastelle”, uno sul bullismo e uso improprio della rete “Nell@ rete del bullo”, e poi ancora, “Natale in casa Cupiello”, “Francesco”, “A scuola da Mary”, “Sharewood”, “Rapunzel”, “Pulcinella frizzi e lazzi”, “Favola di Natale”.

Un impegno che grava sulle spalle di Ulisse Marco Patrignani, che ogni anno, con entusiasmo porta avanti questo lavoro. Un impegno che durante il percorso, spesso lo ha portato a dire “è l’ultimo, non lo faccio più” ma che invece, quando arriva maggio, sentendo l’esigenza delle scuole che vogliono conoscere la stagione successiva, si risveglia il suo impegno sul Premio Ribalta ed ecco che si comincia tutto di nuovo.

Il Premio Ribalta partirà il 3 ottobre e finirà a maggio. Chi fosse interessato a partecipare, può contattare direttamente l’organizzatore Ulisse Marco Patrignani al numero: 339.340.44.40

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

L’incanto di EsotericArte alla Sala Umberto

Si può fare uno spettacolo con matematica e filosofia mettendoci in mezzo anche del latino? Si, si può fare.

Read More...

IV Edizione IveliseCineFestival

  IV Edizione IveliseCineFestival Programma   PROIEZIONI – giovedì 29 novembre 2018   Teatro Ivelise      dalle ore 17,00 alle ore 22,30 - con Giuria Popolare   (Ingresso

Read More...

CARA PROFESSORESSA e PRESTAZIONI STRAORDINARIE al Teatro dei Servi di Roma

  dal 26 al 28 novembre 2018 CARA PROFESSORESSA   scritto da Ljudmila Razumovskaja traduzione Valerio Piccolo adattamento Francesca Zanni   con Giovanna Centamore, Giovanni Nasta, Valerio Ribeca, Giuseppe Vancheri, Francesca Verrelli regia Andrea

Read More...

Mobile Sliding Menu