La mostra Pixar al Palazzo delle Esposizioni di Roma

In Recensioni
Immagine da web

Sapete come nasce un cartone animato? No? Neanche io lo sapevo, fino a che non sono andata a vedere la mostra della Pixar, al Palazzo delle Esposizioni qui a Roma.

Cinque anni di lavorazione per un cartone animato. Cinque anni in cui si studiano le luci i colori e le forme del viso; studio che viene fatto tramite disegni, acquerelli, stampe e sculture; disegni “singoli”. Un disegno solo per vedere come cade la luce, un altro solo per il riflesso; un altro ancora per vedere come il foglio trattiene la luce e questo per ogni fotogramma.

Tante sculture solo per le espressioni della faccia. Disegni su disegni, fatti con tempere, carboncini, pittura digitale, il tutto per 1 minuto di cartone animato, forse meno. Tutto questo per far si che Saetta sfrecciando non perda i suoi colori, rischiando di confondersi con lo sfondo e che mr Incredibile dia l’idea di elastico e di gran simpaticone con le sue espressioni.

Il tutto aiutati e coadiuvati da fotografi, geologi, sub e quant’altri. E tutti questi bozzetti, sembrano opere d’arte! Un lavorone che molti non conoscono e a cui non pensano.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale Youtube

A questo serve andare a visitare la mostra, per capire “il dietro le quinte” e poter apprezzare ancora di più un lungometraggio animato. Alla mostra non perdete, nella zona cinema, 35 minuti di corti, tutti belli, in particolare “Il giorno e la notte”, di Teddy Newton. Autentica poesia.

Volete portare i vostri bambini? Prenotatevi un laboratorio con le ragazze del “laboratorio di arte”. Sono eccezionali e hanno inventato un laboratorio che aiuta i più piccoli a capire il mondo dei cartoni, con lucidi, lavagna luminosa e stencil, non solo, ma hanno anche una sorpresa che è stata molto apprezzata e lodata dai responsabili Pixar.

Al Palazzo delle Esposizioni di Roma, fino al 20 gennaio.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Intervista a Bruna K. Midleton autrice di Murate vive

rinchiudere le figlie era pratica usuale  Il racconto “Murate Vive – Marianna De Leyva e le altre monache di Monza”,

Read More...

Cosa significa essere single oggi: Sex e detriti 2.0 amori e altre sventure

Come vivono questa situazione le donne? La singlitudine è una caratteristica di questi anni. Molte donne vivono con tranquillità questa

Read More...

Sottozero, intervista a Viola Thian

un filo conduttore può essere proprio la diversità La giovane cantante Viola Thian, classe 1997, ha pubblicato da poco il

Read More...

Mobile Sliding Menu

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Privacy –   Cookie policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie