Pubblicato il: 16 Luglio 2019

Il ricordo di Domenico Modugno al Sala Teatro Segreto

In Recensioni

Un Sogno Così” dedicata a Domenico Modugno

Al “Sala Teatro Segreto” sito nel quartiere Testaccio è andato in scena “Un Sogno Così” pièce teatrale-musicale, dedicata a Domenico Modugno, uomo e artista. Lo spettacolo si ispira al libro “L’altra faccia del mio amico in frac” di Bruno Pantano, assistente storico di Modugno ed edito da New Books.

In scena Nico Caruccio, attore ed autore dei testi accompagnato dalla chitarra del musicista e cantautore Mico Argirò che ha curato gli arrangiamenti.

Il racconto, che segue la linea del monologo (nel quale l’attore/autore) entra ed esce dal personaggio di Modugno, ci trasporta nella Roma di fine anni ‘50 quando, dopo una lunga attesa a Piazza del Popolo del poi noto paroliere Franco Migliacci in attesa di Mimmo (Domenico Modugno), come lui lo chiama, tornato a casa e, osservando il quadro Le coq rouge dans la nuit, di Marc Chagall si addormenta e sogna. Al risveglio scrive il suo sogno che diventerà nient’altro che una delle canzoni italiane, o per meglio dire, la canzone del pop italiano per eccellenza: Nel blu dipinto di blu o altrimenti detta Volare.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale Youtube

La storia non viene dall’attore sviscerata tutta d’un fiato, ma intermezzata da vari momenti nelle quali Nico diventa il protagonista di vari temi (accantonando per un po’ il vero protagonista della serata Domenico Modugno) portando in scena monologhi e testi scritti di suo pugno, prendendo spunto dalle canzoni del grande cantante pugliese. Si alternano, così, momenti di grande ilarità con O’cafe’, la cui scenetta racconta la procedura della preparazione più giusta del caffè, sostenendo che non si tratta di una bevanda che porta al nervosismo, smentendo in ultimo questa stessa tesi dopo l’ennesima volta in cui sbaglia la descrizione del procedimento. Non mancano poi momenti malinconici incorniciati, ancora una volta, delle bellissime canzoni di Modugno come nel caso di “Amara terra mia” o sentimentali come nel caso di “Lazzarella” o “Tu si Na cosa grande“.

Lo spettacolo pur essendo piacevole, a tratti risulta slegato e poco chiaro nel riconoscimento dei personaggi con la storia portante.

Tutto sommato l’attore e il suo accompagnatore creano un clima familiare e non manca il coinvolgimento del pubblico che viene chiamato a interloquire e che spesso si lascia andare canticchiando queste canzoni che sono così vive nella memoria non solo del pubblico più datato, ma anche nei giovani presenti a teatro.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Nel capoluogo partenopeo la rassegna Mamma Napoli

Rassegna Teatrale Mamma Napoli L’estate napoletana presenta la Rassegna Teatrale Mamma Napoli, presso il Complesso Monumentale del Chiostro di San

Read More...
Collateral Identity

A Trani la mostra Collateral Identity sull’identità

mettere ordine nel caos dell’identità Sabato 24 agosto sarà inaugurata a Trani, presso la saletta delle esposizioni di Palazzo Palmieri,

Read More...
teatro caesar

Assegnato il Premio Caesar alla carriera 2019

Premio Caesar alla carriera Sesto anno per il Premio Caesar alla carriera che viene assegnato ad artisti che si sono

Read More...

Mobile Sliding Menu

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Privacy –   Cookie policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie