Diamanti il primo Ep di Dylan Magon

In Musicando con

dylan magon

Dylan Magon si è prestato a rispondere alle domande presentando il suo primo Ep, uscito questa estate nel panorama della musica rap italiana, del quale divide le prime posizioni insieme a nomi importanti. A confermarlo la collaborazione con nomi importanti del mondo rap, Stefano Borzi e 2nd Roof, noi gli abbiamo chiesto di parlare un po’ di se.

Il tuo nuovo disco “Diamante” è uscito dai primi di luglio, musica rap, naturalmente, ci dici come stanno andando le cose e cosa ne pensano i fan?

Sì il mio primo progetto discografico è uscito il primo luglio e diciamo che, per essere io un emergente in mezzo a tantissimi big del rap italiano, è andato abbastanza bene. Io non mi aspettavo tanto da questo primo ep invece le prime settimane ha venduto. Ai miei fan credo sia piaciuto molto anche se avrei voluto regalare loro un progetto un po’ più lavorato ma a causa dei tempi ciò non è stato possibile.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale Youtube

Qual è il brano al quale ti senti molto più legato?

Beh credo “Angeli e Diavoli” essendo un brano dedicato alla mia donna.

Perché hai scelto il rap? Cos’ha di diverso dagli altri generi musicali e cosa ti ha attratto di più?

Io ho iniziato a cantare inizialmente, all’età di 10 anni. Facevo rnb e scrivevo i miei primi brani cantati. Al rap mi sono avvicinato tardi, all’età di 17 anni circa. Ho scelto di fare anche questo stile perché ti permette di raccontare molte più cose e perché ho sempre ascoltato il rap fin da bimbo.

Come ti sei legato alla musica? Da quando tempo suoni?

Sono nato con la musica. Sono sempre stato circondato da musica black. Il legame con il canto è avvenuto in maniera spontanea e quasi casuale. Ho sempre cantato fin da piccolo ma solo all’età di 10 anni ho capito che amavo farlo.

Quanta strada ha fatto Dylan nell’ultimo anno?

Tanta in confronto al Dylan di qualche mese fa ma non è abbastanza. Voglio fare sempre di più e andare sempre più in alto lavorando costantemente e mettendoci sempre l’amore che ci ho messo dal primo giorno.

Cosa ti aspetti dal futuro?

Spero sia sempre più bello e spero che mi regali tante emozioni legate alla musica. Io sogno Sanremo per adesso, vediamo come andrà a finire.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

DREAM Jas Art Ballet Junior al Teatro Golden

Una danza contemporanea dove la scenografia è lasciata proprio ai corpi dei ballerini E’ andato in scena lunedì 20 Maggio

Read More...

DelirArte podcast del 20 maggio 2019

Ospite d'onore della puntata Fabian Grutt, che ci ha raccontato un po' di se, con i nostri ospiti Ciarmoli

Read More...

UE! l’invito al voto di Lorenzo Baglioni

Il testo del brano incita le persone ad andare a votare Lorenzo Baglioni sorprende ancora una volta il pubblico italiano,

Read More...

Mobile Sliding Menu