Debutto nazionale per “Lungomare Paradiso” il film di Saraceno

In Cinema News

lungomare-paradiso

Capelli mossi dal vento, ciuffo ribelle. Si presenta così Pierpaolo Saraceno al nostro incontro per un’intervista che ha come oggetto l’uscita del suo film “Lungomare Paradiso” scritto e diretto dallo stesso Saraceno e interpretato, tra gli altri, da Mariapaola Tedesco, musa ispiratrice del regista, attore, in una storia che dura 20 minuti.

La prima avrà luogo venerdì 25 novembre a Chieti, presso il Piccolo teatro dello Scalo, nella sua prima nazionale, dove saranno presenti l’attore e regista Pierpaolo Saraceno, il poeta Andrea Magno, l’attrice Mariapaola Tedesco, insieme all’attore regista Giancamillo Marrone.

In attesa di vedere in prima nazionale il corto “Lungomare Paradiso”, Pierpaolo Saraceno ci ha raccontato come sono andate le ricerche del luogo, le riprese, insomma, tutto ciò che ha a che fare con la nuova creatura nata da un’idea e trasformata in realtà anche attraverso Onirika del Sud, la produzione che ha permesso di realizzare questo lavoro.

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale di Youtube

Il film, come ci spiega lo stesso Saraceno, racconta la storia di due uomini, “una contrapposizione tra la vecchia vita siciliana e la nuova generazione … è una comparazione tra un nonno e un nipote”. Si parla dell’esigenza dei giovani di oggi, delle loro prime sensazioni che spesso, sono legate allo sballo, alla droga, mentre le esigenze della vecchia generazione erano legate alla famiglia, a portare il cibo a casa. Due vite diverse, contrapposte che si rivelano e che si oppongono non solo nella personalità, ma anche nella visione paesaggistica, tra le vecchie barche in legno dei pescatori e quelle metalliche che vanno in giro oggi.

Il film, registrato ad Augusta, la città siciliana che ha dato i natali allo stesso regista, vuole far conoscere il paesino siciliano al mondo intero e riporta al centro i ricordi di bambino dell’autore/regista.

I protagonisti del film sono Rosario, il nipote interpretato da Saraceno, e il nonno Vincenzo, che viene ripreso sia in flashback da giovane, sia da vecchio, nelle vesti dell’ormai saggio uomo. Tutto è tenuto insieme da un filo conduttore sociale, dove si evidenzia la vita dei giovani catturati dalla droga, da questa polvere bianca che, secondo loro, cattura l’attenzione e offre qualcosa di straordinario.

Il messaggio del film, come ci viene espresso, è relativo proprio alla scelta dei giovani tra la droga, di facile raggiungimento e gli insegnamenti del vecchio nonno, votati a quei principi di vita e impegno che sembrano così lontani dai giovani d’oggi.

Per me questo film è di fondamentale importanza”, dice il regista, “in quanto alla fine si può capire anche quello del filo conduttore principale …. sociale”.

Il film non vuole dare risposte a problematiche, ma vuole far emergere domande, rivolte ai giovani che si lasciano trascinare lentamente divenendo quasi accondiscendenti, lasciandosi rapire nel vortice della droga. Chissà se forse riescono a resistere ad essa, al facile approccio anche nel caso in cui essa è offerta da figure femminili accattivanti, per restare fedeli a quelle lezioni e parole di un vecchio nonno.

Il film racconta una storia, in modo neorealistico, introducendosi lentamente nella vita del gruppo dei giovani protagonisti. Non a caso il film inizia con la ripresa di una barca e termina con la stessa ripresa, dopo aver raccontato l’intera vicenda che lo caratterizza.

Il film è stato girato ad Augusta, cittadina che “è quasi impazzita, poiché  si girava sotto gli occhi di tutti” liberamente, tra scene d’azione, con le moto dei teppisti o le scene più tranquille, “oniriche” dove la folla di persone circondava il set, ripensando a vecchi momenti del paese stesso.

Un lavoro i cui interpreti sono Pierpaolo Saraceno, Mariapaola Tedesco, Giuseppe Zanti, il team di Vico per le scene d’azione, Jonata Arata. Ma alla realizzazione hanno partecipato anche Il piccolo stabile di Augusta di Mauro Italia con i suoi attori, che sono stati il nucleo fondamentale per la realizzazione del progetto, grazie ai quali si sono trovate le location, o attori del gruppo che hanno partecipato alle riprese, la Guardia Costiera Ausiliaria, nella persona di Jano di Maura, i quali hanno offerto le barche, il team di Vico per le moto. “Una corale perché tutti tenevano al progetto e avevano voglia di sognare e fare un salto nel passato”.

Il film, tra l’altro, andrà in tanti Festival internazionali e non, dove si vorrà far vedere la cittadina di Augusta al mondo intero, “così come”, spiega il regista, “ho spinto le mie opere teatrali in tutto il paese ed anche fuori”.

Il film si pregia anche di sponsor, senza i quali il tutto questo non sarebbe stato possibile: SUD CAFÈ, Speedy calzature, Guardia costiera ausiliaria, Teatro stabile di augusta, Team di vico, Vdp hairstylist, sistema.musica e IRP Infinity road picture.

Accetta i cookie di YouTube per riprodurre questo video. Accettando l’utente accederai ai contenuti di YouTube, un servizio fornito da terze parti esterne.

Informativa sulla privacy di YouTube

Se accetti questo avviso, la tua scelta verrà salvata e la pagina verrà aggiornata.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Storie del dormiveglia… margini numinosi (per chi ha orecchie e occhi attrezzati a ricevere)

Abbiamo assistito alla proiezione del film Storie del Dormiveglia di Luca Magi alla Cineteca di Bologna Sala Cervi. Il

Read More...

Les Fourberies de Scapin di Molière 19-20 nov. h 21 – Vascello dei piccoli Bella e la bestia dal 25 nov. al 15 dic. Teatro Vascello Roma

Teatro Vascello roma Via Giacinto Carini 78 065898031 – 065881021 prezzi 20 euro intero- 15 e 12 euro ridotto 19

Read More...

IL VANGELO DI TIJUANA Teatro Trastevere di Roma

Comunicato Stampa Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta   IL VANGELO DI TIJUANA ideato e scritto da Gianluca Giaquinto   Regia di Riccardo Maggi   dal 27 Novembre al

Read More...

Mobile Sliding Menu