Couples al teatro Tordinona

In Recensioni

couples

Due storie distanti e vicine allo stesso tempo. Due storie che si intrecciano e che raccontano la presenza del male o del bene dove questi sono appannaggio delle persone che lo vivono o che ne ascoltano il racconto.

Ashes to ashes” di Harold Pinter, racconta di sue persone alla ricerca, sulla scena, sempre di una terza, che appare, scompare, ma la cui presenza aleggia inesorabile. David e Rebecca sono un insieme di amici, amanti, ma anche d’altro, mentre raccontano di loro e del terzo quasi opprimente, personaggio.

The date” di Giuseppe Oppedisano, non si dissocia molto dall’atto che lo precede. Anche qui si gioca nel noir attraverso l’incontro casuale dei protagonisti, Zoe e Jack, dove Jack è l’uomo che impersona più identità. Sarà un sogno o è la sola realtà?

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale Youtube

È questo che raccontano i due atti unici di “Couples” in scena al Teatro Tordinona a Roma fino al 30 novembre. In “Ashes to ashes” di Pinter in scena compaiono Vincenza Crivello e Maurizia Grossi, in “The Date” invece, Giuseppe Oppedisano e Elena Vettori, tutti diretti dalle sapienti mani di Oppedisano.

Ognuno nel suo ruolo ripercorre una singolare ricerca della verità che serva ad appagare il presente e ad alleggerire il futuro.

Sarà per questo che la bravura degli stessi rende lo spettacolo meno difficile da comprendere e seguire, riuscendo a coinvolgere con maggiore attenzione anche un pubblico meno abituato ad argomenti così intricati.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

DelirArte podcast del 25 marzo 2019

sdr A DelirArte Roberto Di Marco è l'ospite d'onore di questa puntata. Con lui abbiamo parlato

Read More...

OMBRE DI UN MOVENTE al Teatro Piccolo di Pietralata di Roma

DAL 29 AL 31 AL TEATRO PICCOLO DI PIETRALATA Regia di Angela Calefato   Dal 29 al 31 marzo andrà in scena al Teatro Piccolo

Read More...

IL TUTTOFARE. Un regista che finalmente ci stupisce

Finalmente un bel film italiano di cui essere orgogliosi XV Premio Cinema Giovane & Festival delle Opere Prime TRAMA: Antonio Bonocore

Read More...

Mobile Sliding Menu