Chronos 3 al ITC Teatro di San Lazzaro

In Eventi in Teatro

 

COMUNICATO STAMPA

 

ITC Teatro di San Lazzaro
(Via Rimembranze 26, San Lazzaro di Savena – 051.6270150 – biglietteria@itcteatro.it)

Se ti piacciono i nostri articoli e le nostre interviste, seguici anche sul nostro canale di Youtube

 

Giovedì 22 novembre 2018 ore 21.00

Spettacolo vincitore Teatro… voce della società giovanile VI edizione

Chronos 3

Nuovo Eden

di e con Jessica Leonello | regia Manuel Renga

 

Sabato 24 novembre 2018 ore 21.00

Kronoteatro

Educazione sentimentale

di Fiammetta Carena
con Tommaso Bianco, Viola Lo Gioco, Lorenzo Romano, Maurizio Sguotti
regia Maurizio Sguotti

 

 

                Questa settimana la Stagione dell’ITC Teatro prosegue con ben due appuntamenti.

 

                Giovedì 22 novembre 2018 in scena Nuovo Eden, spettacolo vincitore di Teatro… voce della società giovanile VI edizione, il bando aperto a compagnie teatrali e a singoli artisti emergenti italiani promosso da Endas Emilia-Romagna in collaborazione con Teatro dell’Argine, ITC Teatro di San Lazzaro e Crexida/Fienile Fluò.

               

Immaginate di addormentarvi per quindici anni, di risvegliarvi e tornare a fare un giro per le vostre città, cercando i luoghi impressi nella vostra memoria, le persone, le abitudini. Tutto sommato, a noi, pare non sia successo nulla, ma per Cesare il protagonista di Nuovo Eden che viveva nel cuore storico di una operosa città del Nord Italia, quasi tutto è cambiato. Riapri gli occhi e il tuo vecchio eden, è un nuovo eden. Ma sono i luoghi che cambiano le persone? O le persone che cambiano i luoghi?Riapri gli occhi e il tuo vecchio eden, è un nuovo eden. Ma sono i luoghi che cambiano le persone? O le persone che cambiano i luoghi?

 

                Sabato 24 novembre 2018 in scena all’ITC Teatro Educazione Sentimentale di Kronoteatro, un interessante lavoro sulle dinamiche relazionali tra diverse generazioni, che vede in scena anche due giovanissimi attori non professionisti provenienti dai laboratori tenuti dalla Compagnia.

 

«In una località di mare, tre vicini di casa. Di loro non sappiamo nulla, li cogliamo solo nella loro egoistica ed un po’ autistica quotidianità, intenti a difendere i propri spazi, a scrutarsi l’un l’altro non reciproco ed aggressivo sospetto. Fuori un mondo in pericolo e mentre i tre stanno barricati nelle loro villette a schiera in lontananza e via via più vicino qualcosa esplode, distruggendosi. È la catastrofe che si avvicina. Ad un certo punto, una ragazza: impersonificazione di un sogno di infinite possibilità. Di speranze. Con sé porta il fascino dei sui pochi anni e una malinconica allegria. Cercherà di stabilire un contatto coi tre, di entrare nei loro universi sterili e contratti. Con ognuno, la ragazza, tenta di instaurare un rapporto di affetto e fiducia, ma nel loro mondo non c’è spazio per null’altro se non per sé stessi e presto, i sogni che questa figura femminile stimola in loro degradano, diventano squallidi e banali approcci. Di sottofondo la cultura e la musica latino-americana. Il reggaeton con i suoi testi espliciti e misogini, diventa simbolo banalizzante del degrado e degli eccessi della nostra società. L’idea del mondo latino tutto colori, danza, cielo, mare e amore cela invece una storia millenaria di soprusi e schiavitù. Educazione Sentimentale, rappresenta quindi l’allontanamento dall’umano attraverso il sospetto. Là dove la fiducia e l’apertura verso il prossimo lasciano il posto al pregiudizio ed alla diffidenza, i mondi si contraggono diventando sterili ed ostili. La lotta è solo apparentemente più sotterranea. Potrebbe esserci un riscatto, un ribaltamento, se solo ci si lasciasse cullare dalle movenze e dai ritmi latini, ma ci si è spinti troppo in là ed il mondo deflagra e si imbarbarisce, diventando squallido ed abusato. Ancora una volta come in tutti gli spettacoli di Kronoteatro osserviamo un mondo al maschile declinato in varie fasce di età: un adolescente, un trentenne e una persona matura, ma in Educazione Sentimentale per la prima volta si inserisce la presenza di un personaggio femminile, una adolescente che venendo a contatto con questo universo maschile e ne rimane schiacciata» (Kronoteatro).

 

Edacazione sentimantale sarà preceduto dall’Aperitivo con il critico a cura di Massimo Marino, che si terrà sul Teatrobus (cortile dell’ITC Teatro) dalle 19.30 alle 20.30, un momento conviviale di approfondimento pre-spettacolo, nel tentativo di guardare il teatro con uno sguardo più consapevole. L’incontro sarà inoltre accompagnato dalla degustazione di un aperitivo.

 

                Dopo lo spettacolo incontro con la Compagnia.

Condividi i nostri articoli sui tuoi social

You may also read!

Film: Il cacciatore e la regina di ghiaccio

Il film Il cacciatore e la regina di ghiaccio diretto da Cedric Nicolas Troyan è del 2016 e segue

Read More...

Faust, il nostro punto di vista

Nella bella cornice del Teatro Torlonia, un teatro molto carino piccolo, discreto, della fine dell’ottocento, all’interno di villa Torlonia,

Read More...

Al Teatro Massimo di Roma la finale del Tour Music Fest 2018

Si è svolta al Teatro Massimo di Roma la finale del Tour Music Fest 2018. La serata aperta da

Read More...

Mobile Sliding Menu